Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Lettera a Papa Francesco

Immagine
Carissimo Papa Francesco,
mi chiamo Eliseo e ti scrivo anche per dirti quanto ti voglio bene! Devo ammettere che il mio cuore era rimasto legato a Giovanni Paolo II, finché non sei arrivato tu: la sua storia parlava alla mia storia. Quando lo vedevo e lo ascoltavo, qualcosa operava da sé nelle mie viscere. Il suo messaggio a Roma nel 2000 per i giovani risuona ancora potente dentro di me. Perché è vero! La nostra sete di amore, di bellezza, di verità… E’ Lui che cerchiamo! Giovanni Paolo non si arrabbierà per questo mio nuovo slancio d'affetto, e spero nemmeno Benedetto che ha tutta la mia stima. 

Papa Francesco! Con la tua simpatia hai rapito il mio cuore. Ero sotto il balcone quando sei stato eletto, abbiamo vissuto la Pentecoste quella sera a San Pietro, nel silenzio, nelle preghiere che abbiamo recitato insieme, in ogni parola che hai pronunciato. Quando ci hai salutati la festa in piazza non voleva finire. Ho avuto la sensazione lampante che la Chiesa non si era assopita, c…

Lettera a Costanza Miriano

Immagine
Carissima Costanza,

non sono il tuo amico, ma sono pur sempre omosessuale, chiamami pure come ti pare, tanto ormai sono il primo a scherzarci su, perché l’autoironia è una buona arma di difesa. Comunque va bene anche solo se mi chiami con il mio pseudonimo. Eliseo!
Forse non avrei dovuto leggere la tua lettera, perché le lettere agli amici sono sempre qualcosa di molto intimo, ma l’ho trovata su quasi tutti i profili Facebook dei miei contatti. Io stesso ho deciso di condividerla… Perché fondamentalmente, è vero! “Condivido” tutto quello che hai scritto.
Io sono omosessuale e credo che sia sempre più diffusa una certa mentalità che vuole ammorbidire le coscienze riguardo a questo orientamento sessuale: nelle fiction, nelle scuole, ecc.: tra un po’ ci chiameranno i diversamente sessuali per non offenderci, oppure diventeremo gli operatori di qualche cosa: questo a livello formale, perché tra la gente di un certo tipo, rimarremo di fatto sempre dei froci o culattoni, come i diversamente…