Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

"Tutto sua madre" di Guillaume Gallienne: la grande bellezza!

Immagine
“Tutto sua madre” di Guillaume Gallienne.

Un film sovversivo almeno per tre ragioni: la prima è che la storia racconta di un ragazzo che ha dovuto assumersi il carico di riaffermare la propria eterosessualità, in una società e in una famiglia che aveva decretato la sua omosessualità. Sono più o meno queste le parole che il protagonista, interprete contemporaneamente di sé stesso e di sua madre, pronuncia in una delle scene finali del film (ma tradotte diversamente nel libro edito da Frassinelli). [1]

E’ una storia in cui, con le dovute eccezioni, tutti i ragazzi che sono stati “bambini diversi” si possono riconoscere: il bullismo, la negazione per lo sport, in particolare per il calcio, i travestimenti femminili, la confidenza con la madre e il desiderio di non tradirla, la distanza emotiva dal padre, la debolezza per il proprio migliore amico.

Non manca una descrizione piuttosto cruda di un certo modo di “fare conoscenza” nel mondo omosessuale.

Film sovversivo perché comico. Guill…

A Mario Palmaro - Due lettere (di Eliseo del Deserto e Cristoforo Libero)

Immagine
A seguito delle due lettere1 pubblicate dalla Nuova Bussola Quotidiana l’8 gennaio del 2014, firmate da Mario Palmaro e Riccardo Cascioli, io, Eliseo del Deserto e Cristoforo Libero, un altro ragazzo “diversamente omosessuale”, come si definisce ironicamente lui, sentiamo la necessità di rispondere. Non siamo teologi, non siamo uomini di cultura, né politici, ma speriamo che l’esperienza ci dia la saggezza per farlo. Anche Cristoforo Libero è uno pseudonimo, che questo mio caro amico, conosciuto grazie a Facebook, ha scelto, per custodire la sua identità e allo stesso tempo poter dire quello che sente come urgente e vero. Tanti di voi mi chiedono o mi accusano di essere l’unico che difende certe posizioni all’interno della Chiesa cattolica. Come potete leggere, non è così!


LETTERA DI ELISEO DEL DESERTO


Allora Simon Pietro, che aveva una spada, la sfoderò, percosse il servo del sommo sacerdote e gli recise l'orecchio destro; or quel servo si chiamava Malco. Ma Gesù disse a Pietro: «R…

Alla Manif pour Tous di sabato 11 dicembre

Immagine
Che emozione ripensare a quella sera in Piazza di Pietra. C’era un bel po’ di gente. Avrebbero letto la mia lettera indirizzata al Presidente del Consiglio.1 Dopo alcuni interventi e canzoni, arriva un ragazzo e legge il mio saluto al microfono. Alcuni accanto a me si domandano: “Ma è vera sta storia di Eliseo?”. Davanti a me Costanza Miriano, alla quale avevo scritto da poco sul mio blog. Mi sento un blocco di marmo per l’emozione, non riesco a buttare fuori il fiato. Poi il primo applauso, il secondo: il calore della gente. Finita la serata, mi allontano con passo solitario, incrocio qualche sguardo, riconosco qualcuno, amici di rete, sorrido, ma nessuno di loro sa che Eliseo sono io.

Sabato 11 gennaio, alle 15.30, ci sarà un’altra manifestazione in Piazza Santi Apostoli a Roma. Ancora la minaccia sempre più concreta di quella legge contro la discriminazione che potrebbe ritorcersi su altri. Sabato non parteciperò alla Manif, perché lavoro, ed in questo momento per me è necessario.…