Il Salmo del giorno - "Il Signore rialza chi è caduto"



Beati i poveri in spirito.

Il Signore rimane fedele per sempre
rende giustizia agli oppressi,
dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri.

Il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto,
il Signore ama i giusti,
il Signore protegge i forestieri.

Egli sostiene l’orfano e la vedova,
ma sconvolge le vie dei malvagi.
Il Signore regna per sempre,
il tuo Dio, o Sion, di generazione in generazione.



"Il Signore rialza chi è caduto". Uno dei primi consigli spirituali che ho ricevuto è stato: "Il Signore non conta quante volte cadiamo, ma quante volte ci rialziamo". Quanta consolazione e forza mi hanno dato queste parole.

Con il tempo ho sperimentato però che il vero consiglio da dare è: "Non contare quante volte cadi, ma conta quante volte il Signore ti ha rialzato".

Solo quando ho cominciato a sperimentare che non ero in grado di camminare con le mie gambe, che facevo un passo e cadevo, a volte tentavo solo di rialzarmi e ripiombavo a terra; solo quando ho sperimentato che nonostante ciò potevo sempre contare su di Lui, sul Suo Amore, sulla sua Presenza, sul Suo Soccorso, anche grazie a sacerdoti che sono stati disponibili ad ascoltarmi sempre, nei posti più impensabili e alle ore più improbabili del giorno e della notte, talmente tante volte che non riuscirei a tenerne il conto; solo allora ho capito quanto grande è la Sua Misericordia.

La Misericordia di Dio non è un chiudere gli occhi davanti alle nostre debolezze; piuttosto è Dio che ci vede a terra, sconfitti, feriti, disperati e ci rialza. Si prende il peso della nostra vita, ci carica sulle sue spalle e si prende cura di noi, finché non ci rimette in piedi. Nulla a che vedere con la magia o con il buonismo; piuttosto la Misericordia ha a che fare con la fedeltà di Dio ad un rapporto, una relazione intima tra te e Lui, che resiste e matura nel tempo, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, per l'eternità.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ecco perché ringrazio Joseph Nicolosi

Il Papa, le guerre mondiali e il gender di Dio.

Seconda Lettera a Papa Francesco - Mittente: Eliseo del Deserto