La Chiesa che non vorrei





"I fedeli in rivolta stoppano l'omoeretico Martin":
solo dal titolo c'è da farsi venire i conati di vomito. L'omoeretico!

Padre James Martin sJ in breve: padre gesuita (nominato da mons. Dario Viganò (!!!) come consultore dell’istituzione che gestisce l’informazione della Santa Sede) famoso per il libro "Building a Bridge", dove sostiene che gli omosessuali debbano fare un passo di fiducia verso la Chiesa cattolica, ma che anche la Chiesa cattolica debba costruire ponti verso la comunità gay.

Scandalo! Bestemmia! Stracciamoci le vesti!

Io ho avuto la fortuna di leggere questo libriccino in italiano. Mi sembra di una correttezza e di una sensibilità uniche (correttezza che io qui non avrò, vi ho avvisati!).

Nonostante ciò padre Martin è stato prontamente redarguito da altissimi esponenti della Chiesa Cattolica, tra cui il cardinalissimo Robert Sarahah (Sarah), ultimamente, com'è di moda, considerato più autorevole del Papa in materia di fede.

Questa la notizia: annullata la conferenza di padre James Martin sJ durante la giornata degli ex-allievi che si celebrerà il 4 ottobre all'Università Cattolica di America.

Alla notizia, nella redazione della Nuova Bussola Quotidiana è partito il trenino con il remix di Mira il tuo popolo. Al giornalista Marco Tosatti non è sembrato vero poter compitamente esprimere tutto il suo sdegno verso la questione omosessuale. Sì sa che Tosatti rutta con garbo. Un ruttone di quelli sonori, ma con le labbra serrate e la mano davanti.

Per avvalorare la notizia il giornalista ne cita la fonte: il blog "Vox Cantoris" dove spulciando tra gli articoli leggo che nel Regno dei Cieli non entreranno nè omosessuali né lesbiche, perché lo dice San Paolo. Si tralasciano come sempre gli altri elementi del listone dei refusés: gli idolatri (cioè tutti), gli adùlteri (ricordiamoci che basta guardare per rientrare nella categoria), i maldicenti (stendiamo un pietoso velo) e gli avari (si salvi chi può). Ma lo sappiamo! Alla morra cinese il sesso vince su tutto! Sempre!

Vox Cantoris inoltre descrive così il gesuita Martin: "Per quello che riguarda questo prete nell’errore, ha bisogno di ritirarsi in un monastero per una vita di pentimento e riparazione per le anime che ha aiutato nella loro discesa all’Inferno, e per salvare la propria.". Tosatti con immenso coraggio riporta lui stesso la citazione.

Il giornalista tiene inoltre a sottolineare che la conferenza è stata annullata non per lo sdegno dei cristiani da pasticceria, ma grazie ai "cattolici di strada", quelli qualsiasi insomma, in cui ci possiamo identificare anche io e te. Vox populi vox Dei! Peccato che padre James Martin non sia dello stesso parere identificando in un tal "Father Z" e nel sito Lifesitenews i responsabili del boicottaggio.

Ripeto, io ho solo letto il libro "Building a Bridge" e non so molto altro di padre James. Quel libretto a me è piaciuto molto. Ho letto anche i Dubia del cardinal Sarah che a dispetto dei miei pregiudizi, non ho trovato per nulla antipatici, ma come sempre molto molto molto molto... prudenti.

Non mi interessa chi abbia ragione o meno. Mi fa arrabbiare il moralismo perbenista. Gli omosessuali vengono trattati come fossero una briciola di forfora sulla spalla di cui liberarsi con una frignoccola. Di questo passo non si risolverà mai la questione omosessuale all'interno della Chiesa. Questione che non è "matrimonio gay sì o no", "adozioni gay sì o no", "sesso anale sì o no". La questione è che la Chiesa cattolica è piena di omosessuali, a partire dal clero santissimo! Non ha senso continuare ad evitare il problema. Non ha senso continuare a camminare chiudendo gli occhi e parandosi il sedere!

Chiesa! Magistero! Clero! Credenti! Svegliatevi! Fingere che gli omosessuali siano sempre i cattivi, che siano sempre gli altri, quelli fuori dal recinto, non risolverà nulla. Gli omosessuali ce li avete in casa e ce li avete in canonica. Non te lo dicono loro, ma te lo dico io: tuo figlio è gay, tua figlia è lesbica, perfino il tuo parroco è gay! Finché non prenderai di petto la situazione, mi dispiace ma sarà sempre peggio! Ci saranno sempre più scandali nella Chiesa e sempre più pecorelle smarrite! E sarà colpa tua! Colpa del tuo perbenismo e del tuo puritanesimo.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




(!!!) Il giornalista scrive: "nominato per ragioni che non ci è dato di conoscere". Per favore Marco Tosatti! Che cosa stai insinuando?

Commenti

  1. Che cosa significa prendere la situazione di petto? Dichiarare che l'omosessualità non è un disordine oggettivo in senso morale e un un conflitto con la propria identità in senso interiore?

    RispondiElimina
  2. Questa è una conclusione a cui arrivi tu, ma io ho scritto altro...

    RispondiElimina
  3. È da questa mattina che spulcio tra i suoi articoli e devo ammettere che un po' mi sorprende e mi ricredo sull'idea che mi ero fatto di lei. Tornerò a leggere più spesso e a commentare. La questione mi interessa da vicino visto che sono cattolico e convivo da tre anni col mio compagno...

    RispondiElimina
  4. Vieni e commenta quando vuoi: non ti preoccupare se non vedi comparire immediatamente i tuoi commenti, devono essere prima moderati da me.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecco perché ringrazio Joseph Nicolosi

Seconda Lettera a Papa Francesco - Mittente: Eliseo del Deserto

Bordelli omosessuali al bando